logo

Fa’ slides chiare

Schematizzare i contenuti in modo che siano comprensibili usando software facile e leggero
6 ore, intensivo

Motivazioni
Se chiedete a un famoso ciclista di parlare di bici, probabilmente lui comincerà dal telaio in carbonio o dal deraiatore del cambio: prima dovrebbe dire che ci sono due ruote, dei pedali, un manubrio… non basta sapere una cosa per saperla rappresentare e renderla condivisibile a chi ne sa poco.

C’è una complicazione: sia che siate innovativi, sia che cerchiate di recuperare una tradizione, dovrete affrontare molti pregiudizi dati dal comsumismo, dalla televisione, dalle abitudini di fine novecento.
La mente umana preferisce quello che si capisce bene, mentre quello che non si capisce sembra in qualche modo sbagliato (sciocco, estremista, ingenuo, rischioso, in malafede…).
Inoltre le neuroscienze mostrano che tra due informazioni contrastanti,  la mente sceglie quella più vicina al mondo che conosciamo.

Quindi il problema vero non è: “quanto appare strana la mia idea“, ma: “quanto la mia descrizione è comprensibile a chi ha schemi mentali diversi dal mio”.

Insieme scopriremo come spesso la nostra mappa non è quella che comprende colui cui parliamo.
Si aspetta spesso risposte a domande diverse da quelle che il relatore ha in mente.
La condivisione dei “frames mentali”, delle categorie dei criteri sono spesso più importanti dei contenuti e della performance dell’oratore.

Scegliamo software facili e gratuiti che generano slides leggere
I suggerimenti che daremo valgono su qualsiasi software.
Noi non  useremo Power Point ma un normale programma di testi che genera PDF.
Power Point è molto diffuso e spesso lo si sceglie per abitudine, “perchè sappiamo già usarlo” ma introduce degli stili di comunicazione che si configurano più come “vendita di soluzioni” che come facilitazione del dialogo. Se l’oratore è bravo e le slides convincenti, sarà assertivo, altrimenti sarà noioso, ma in entrambi i casi difficilmente sarà facilitante di una discussione.
Inoltre è un software proprietario (quindi costoso, poco etico, che invecchia rapidamente, poco compatibile con altri sistemi), i contenuti sono informaticamente pesanti; trasferire i files su carta è spesso difficile; nelle mani di non-professionisti suscita un’orgia di fondini, effetti speciali, cornicette, immagini di maniera che rendono le slide scoordinate tra loro, esteticamente pesanti, dispersive e disordinate.
Infine più pesante è la grafica di una slide, più difficile è visualizzarla su smartphone e tablet, ciò ne inibisce la viralità.

La nostra alternativa, per la quale bastano poche ore di corso, è concentrarci sul testo e sulla scaletta, pulendo i concetti in modo che siano chiari, semplici e condivisibili; ci basterà un banale programma di testo con cui generare dei PDF. Semplici chiari ed essenziali, perchè queste sono veramente le qualità importanti che renderanno più gradevole, comprensibile, condivisibile e ricordabile la vostra presentazione. E anche più democratica, perchè il rumore e la ridondanza, nella comunicazione, riducono l’interattività.

docente
Marco Geronimi Stoll,

obiettivi

Scalette chiare, slide semplici, facilitazione della discussione, facile trasferimento delle slide via mail, carta, social ecc.

destinatari
chiunque debba preparare e fare presentazioni dal vivo (su proiezione, tablet o via Skype)

competenze prerequisite
condivisione degli scopi; normale confidenza coi programmi più comuni da ufficio e con la navigazione di internet; disponibilità a lavorare in gruppo.

metodo
solo all’inizio e alla fine il rapporto è didattico-frontale, il resto si basa su prove pratiche, visione di casi, animazioni creative.

durata
6 effettive (8 se è in un giorno con pausa pranzo)

materiale didattico
i principali materiali (dispense, esempi, link e casi) sono reperibili on line; consigliamo di venire con una pennetta USB perchè spesso nei corsi emergono altri materiali ed esempi da archiviare direttamente.

contratto didattico
disponibile qui: contratto didattico

sede:
aula adeguata, anche spartana ma con ampio tavolo, sedie disposte in semicerchio, wifi, proiettore con casse audio, diverse prese elettriche o ciabatte.
I docenti possono portare e allestire dispositivi audiovisivi propri, ove necessario, se richiesto col dovuto anticipo.

numero iscritti: min.12 max 25